Infortuni casalinga: Assicurazione obbligatoria contro gli infortuni domestici

Condividi
  1. Polizza Inail contro gli infortuni domestici: cos’è e a cosa serve?
  2. Come stipulare una polizza Inail contro gli infortuni domestici?
  3. Chi può stipulare polizza Inail contro infortuni domestici?
  4. Tutelaprima: Consulenza per liquidazione danno per infortunio domestico

Gli infortuni in casa sono una realtà sempre più frequente, per tale motivo il governo ha intrapreso una serie di misure al riguardo. In questo articolo analizzeremo la polizza obbligatoria contro gli infortuni domestici, chi può stipularla e come funziona. 

A partire dal primo gennaio del 2020 l’Inail ha messo a disposizione uno strumento a favore delle casalinghe o di chi si occupa della casa, in grado di proteggere contro eventuali infortuni. 

Gli infortuni domestici sono molto frequenti e riguardano ogni fascia d’età. Rappresentano inoltre, la prima causa di morte nei bambini. 

Oltre ad assicurarsi contro gli infortuni domestici, proteggendo la propria vita e quella dei propri familiari è necessario anche mettere in campo una efficace pratica di prevenzione. In questo senso, è utile grazie ad un’attenta analisi, rimuovere le condizioni e situazioni di pericolo esistenti nelle case, nei garage, giardini e così via. 

Polizza Inail contro gli infortuni domestici: cos’è e a cosa serve?

L’oggetto dell’assicurazione contro gli infortuni domestici è il seguente: La legge 493/1999 ha introdotto l’assicurazione contro gli infortuni in ambito domestico per le persone che, a titolo gratuito e senza vincolo di subordinazione, svolgono un’attività rivolta alla cura dei componenti della famiglia e dell’ambiente in cui dimorano, in modo abituale ed esclusivo. Ai sensi della legge sopra indicata e dei decreti ministeriali di attuazione devono assicurarsi tutte le persone che:

 • hanno un’età compresa tra i 18 e i 67 anni compiuti

 • svolgono a titolo gratuito attività di lavoro in ambito domestico lavoro per la cura dei componenti della famiglia e della casa 

• non sono legati da vincoli di subordinazione

 • prestano lavoro domestico in modo abituale ed esclusivo. 

Per poter attivare la copertura assicurativa va versato un premio di € 24 annuo, ed è deducibile ai fini fiscali. 

I soggetti in possesso dei requisiti assicurativi previsti dall’Inail, possono presentare domanda di iscrizione in via telematica, attraverso il servizio on line “Domanda di iscrizione e richiesta avviso di pagamento”, disponibile per gli utenti in possesso delle credenziali dispositive.

Polizza contro infortuni in casa gratuita. Il premio contro gli infortuni  è a carico dello Stato per le persone che possiedono un reddito personale complessivo lordo fino a 4.648,11 euro l’anno e fanno parte di un nucleo familiare il cui reddito complessivo lordo non supera i 9.296,22 euro l’anno.

Come stipulare una polizza Inail contro gli infortuni domestici?

Come già detto, la richiesta va inoltrata telematicamente. Per il pagamento del premio assicurativo deve essere utilizzato unicamente l’Avviso di pagamento PagoPA che viene elaborato dai sistemi dell’Inail e che viene reso disponibile nei servizi online che l’Istituto ha riservato all’assicurazione contro gli infortuni in ambito domestico.

Il pagamento dell’Avviso può essere effettuato tramite il sistema PagoPA disponibile sul sito dell’Inail, di Poste Italiane spa, delle banche e di altri prestatori di servizi (la lista è pubblicata su www.pagopa.gov.it) oppure in tutti gli uffici di Poste Italiane, in banca, al bancomat, presso le ricevitorie, i tabaccai e i supermercati abilitati al servizio, utilizzando contanti, carte o addebito in conto corrente.

Chi può stipulare polizza Inail contro infortuni domestici?

Fermo restando lo svolgimento del lavoro domestico in modo abituale ed esclusivo possono assicurarsi i seguenti soggetti:

  • gli studenti anche se studiano e dimorano in una località diversa dalla città di residenza e che si occupano dell’ambiente in cui abitano;
  • tutti coloro che, avendo già compiuto i 18 anni, lavorano esclusivamente in casa per la cura dei componenti della famiglia (ad esempio ragazzi e ragazze in attesa di prima occupazione);
  • i titolari di pensione che non hanno superato i 67 anni;
  • i cittadini stranieri che soggiornano regolarmente in Italia e non hanno altra occupazione;
  • i lavoratori in mobilità, i lavoratori in cassa integrazione guadagni o beneficiari di prestazioni a carico dei Fondi di integrazione salariale e i lavoratori che percepiscono indennità di disoccupazione previste dalle leggi vigenti a seguito della perdita involontaria dell’occupazione;
  • i soggetti che svolgono un’attività lavorativa che non copre l’intero anno (lavoratori stagionali, lavoratori temporanei, lavoratori a tempo determinato); l’assicurazione, in questo caso, copre solo i periodi in cui non è svolta attività lavorativa, tuttavia il premio assicurativo non essendo frazionabile va versato per intero.

Chi possiede i requisiti di legge ma non si assicura è soggetto ad una sanzione da parte dell’Inail, in relazione al periodo di trasgressione e per un importo aggiuntivo, comunque, non superiore all’equivalente del premio (24,00 euro).

Tutelaprima: Consulenza per liquidazione danno per infortunio domestico

Per qualsiasi dubbio o informazione sulla stipula obbligatoria della polizza Inail contro infortuni domestici, Tutelaprima ha un canale aperto h24 grazie al numero verde disponibile. 

Tutelaprima è in grado di guidare chiunque resti vittima di un infortunio domestico, effettuando tutti i necessari rilievi per ricostruire la dinamica dell’incidente, e garantire all’assicurato il massimo risarcimento, nel più breve tempo possibile. 

La nostra agenzia opera da diversi anni nel campo degli infortuni e del risarcimento danni, ed è in grado di offrire una consulenza a 360 gradi, gratuita e professionale. 

Siamo tra i maggiori esperti nel campo del risarcimento danni, in quanto abbiamo a disposizione un team di professionisti, costantemente formati e aggiornati su tutti gli aspetti tecnici e legali per infortuni domestici. 

Sul portale Inail è presente un opuscolo informativo con tutti i dettagli, aggiornato all’anno 2024.

a cura di Tutelaprima

Contatti Tutelaprima


Call Now ButtonChiama ora
× Parla con noi