incidente stradale cosa fare

Incidente stradale: Le 6 cose da fare 

Condividi

Gli automobilisti che ogni giorno percorrono le strade e le autostrade, corrono il rischio di essere coinvolti in incidenti stradali. Ciò può avvenire anche per colpe altrui. L’attenzione e l’esperienza non può bastare, i pericoli sono sempre in agguato. 

Incidente stradale, cosa fare? In caso di incidente stradale, vi sono alcune azioni da compiere nell’immediato, per mettere in sicurezza persone e auto, e gestire al meglio l’intero iter che porterà, eventualmente al risarcimento del danno subìto. 

Cosa fare in caso di incidente stradale? Le 6 cose da fare

Numero 1: Quando la nostra autovettura resta coinvolta in un sinistro, la prima cosa da fare è non farsi sopraffare dall’ansia o dall’irritazione. Inoltre, è importante non spostare per nessuna ragione gli autoveicoli coinvolti, fino all’arrivo delle forze dell’ordine.

Numero 2: La seconda cosa da fare in caso di incidente stradale è allertare i soccorsi. Ciò va fatto, indipendentemente dal fatto se ci siano feriti oppure no. Nel caso in cui il sinistro abbia provocato lesioni a persone, a maggior ragione è necessario chiamare il 118 e le forze dell’ordine. In secondo luogo, bisogna invitare testimoni oculari (automobilisti che si sono fermati per dare assistenza) a restare fino all’arrivo delle forze dell’ordine. Ciò è necessario, perché polizia o carabinieri potrebbero aver bisogno di dichiarazioni da parte di chi ha assistito all’incidente. Le testimonianze sono fondamentali, perché aggiungono ulteriori elementi alla ricostruzione della dinamica del sinistro stradale. 

Numero 3: La terza cosa da fare in caso di incidente stradale è raccogliere tutti gli elementi per procedere alla richiesta di risarcimento del danno. Di solito, i conducenti coinvolti in un sinistro si scambiano i rispettivi dati: generalità, numero di targa, nome dell’assicurazione e numero di polizza. 

In questo modo, si potranno fornire tutti gli elementi al proprio consulente, che potrà intraprendere l’iter per la richiesta di risarcimento danni. 

Numero 4: Per ottenere il risarcimento danni materiali per l’autoveicolo è necessario ottenere una perizia tecnica dei danni. Generalmente, la compagnia assicurativa formula un’offerta, in base agli elementi disponibili, e sulla base di un preventivo di spesa. Il consulente di fiducia, come Tutelaprima, nel caso in cui l’offerta non fosse adeguata alle spese sostenute, provvederà a replicare alla compagnia, inviando ulteriori elementi e grazie all’ausilio di avvocati esperti. 

Numero 5: Quando le persone coinvolte in un incidente stradale subiscono lesioni lievi o gravi, è necessario fare richiesta per il risarcimento delle lesioni, che possono interessare più parti del corpo e in alcuni casi essere invalidanti.  Il medico legale valuta, in base a tabelle apposite, il grado del danno fisico, che è anche danno biologico. Quest’ultimo, può provocare  inabilità temporanea, cioè limitata nel tempo e non definitiva, e invalidità permanente, che si misura con percentuali che vanno dall’1% fino al 100%. 

Numero 6: In caso di scontro con un autoveicolo che presenta targa estera, l’iter da seguire cambia. Infatti,  non sarà possibile procedere con il risarcimento diretto. Tutelaprima, si occupa anche di sinistri stradali con auto con targa estera. Pertanto, ci si rivolge direttamente alla compagnia estera, che a sua volta si avvarrà di una società assicuratrice italiana a cui affidare l’analisi del sinistro. Fondamentale è rivolgersi a consulenti esperti , come Tutelaprima, perché la procedura è più complessa, richiede traduzione di atti, esperienza con compagnie estere (conoscenza di eventuali norme contrattuali e così via).

ESPERTI

Tutelaprima è uno dei maggiori esperti nel campo del risarcimento danni. Numerosi siti web e testate giornalistiche, spesso citano i nostri articoli

Parlano di noi anche

LatinaToday   – Agrpress  –  Fai.informazione

CorrierediSanNicola  – CorrieredellacittàFidelity News

Contatti Tutelaprima

Contatti Tutelaprima


Chiama ora
× Parla con noi